Il discorso con me stessa

Cara Manola, da quanto tempo non ci sentiamo! come stai? stai continuando i tuoi per-corsi?Spero proprio di sì, spero proprio che tu continui, oggi come ieri a tendere la mano a chi ha perso la rotta, a chi è arrabbiato con il mondo, a chi vacilla perchè ferito nel corpo e nell’anima e ciononostante conserva quel soffio vitale che, riconosciuto ad apprezzato diventa la molla a trovare e ricordare il vero se stesso.

Quando ti ho conosciuto regnava il caos nella mia vita: il disordine era nella mia casa, nella mia testa ed era così soffocante da svuotarmi di ogni energia. Mi sentivo sfiduciata nelle mie capacità, sola pur in mezzo alla mia famiglia, depredata della mia identità sociale ed incapace di trovare il bandolo della matassa. La mia mente era imprigionata in una serie di “posture” e di schemi paralizzanti, nei quali ero profondamente invischiata. Non è stato facile guardare dentro me stessa, ma tu hai lanciato l’amo e il pesce ha abboccato!

Dalla fine del nostro percorso insieme è scaturita dentro di me una nuova linfa vitale. Ho iniziato ad interrogarmi su ciò che realmente volevo e desideravo e pian piano ho messo in atto scelte e consapevolezze. A distanza di anni dal mio ultimo impiego, ho cercato e trovato un lavoro part-time che, pur modesto, ha saputo rimettere in ballo le mia capacità, la mia persona in quanto essere sociale e la fiducia nelle mie qualità. è stato duro da accettare il mio cambiamento per la mia familgia, abituata alla mia presenza fissa e costante. ciò che non sapevo ancora è che il mio nuovo ruolo avrebbe apportato addirittura dei benefici nelle relazioni interfamigliari, perchè io ero una persona nuova e la mia familgia era pronta a sostituirmi e ad accompagnarmi nell’avventura. Ho realizzato un sogno che coltivavo da tempo ed ora mio marito ed io frequentiamo un corso di ballo in cui ci divertiamo tantissimo. Mia figlia maggiore si avvicina alla maturità e probabilmente si recherà per un certo periodo all’estero. L’idea della separazione mi lacera, ma credo anche che possa essere una buona opportunità di crescita per lei e anche per me! Ora ho cominciato a mettere un pò di ordine nella mia casa e nella mia testa, grazie al “discorso” che ho iniziato con me stessa. Ho ancora molto lavoro da fare con la mia “fatica di vivere” ma ora possiedo delle chiavi e qualche volta le porte si aprono… Manola, mi hai messo sulla buona strada e mi hai restituito valore…auguro a molte altre persone il privilegio di poter lavorare con te…grazie!B.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.