l’imprevedibile divenire dell’essere

“Il mezzo bicchiere vuoto può essere ancora riempito: è quel che manca che porta alla ricerca, è il silenzio tra una nota e l’altra che forma una melodia. perchè non viverlo come attesa, desiderio, scoperta?” M. Fava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.